Etiopia, Valle dell'Omo: il grande inganno della diga Gibe III

July 3, 2019
Source
La Republica

Fame, contadini senza campi e pastori semi-nomadi costretti a diventare sedentari. Sono questi gli effetti della costruzione della diga Gilgel Gibe III in Etiopia, sul fiume Omo. La denuncia - riportata in un bel reportage di Marta Gatti pubblicato da Nigrizia e dalle immagini girate da Marco Palombi - arriva dal rapporto del centro studi californiano The Oakland Institute, diffuso nel giugno appena trascorso In 'How they tricked us: living with the Gibe III dam and sugarcane plantation in Southwest Ethiopia' (Come ci hanno ingannati: vivere con la diga Gibe III e le piantagioni di canna da zucchero nel Sudest dell'Etiopia) il centro studi mette in luce il peggioramento delle condizioni di vita per le popolazioni indigene della Valle dell'Omo, a tre anni dal completamento della diga e a sette dai primi impianti per la coltivazione di canna da zucchero.

Video di Marco Palombi